| Home | La Scuola | L'offerta formativa | La ricerca | Attività | Bacheca | Rassegna stampa | Contatti |

| Scavi | Pubblicazioni | Documentari |

 

Kyme eolica

La Scuola partecipa attivamente alle ricerche della Missione Archeologica Italiana a Kyme eolica, una delle più antiche città della costa egea dell'Anatolia, fondata intorno al 1050 a.C. da genti venute dal "Fricio Locrico" che inglobarono nel primo nucleo cittadino gli indigeni "Pelasgi" (Strabone, XIII, 4,3).

Alla Missione contribuiscono, insieme all’Ateneo catanese, l’Università della Calabria, l’Università Federico II di Napoli e l’Università di Milano. Le prime ricerche sistematiche sono state avviate dal gruppo di studio dell'Università di Catania nel 1982, fino al 1985 in missione congiunta con il Museo di Izmir e dal 1986 con la responsabilità totale della ricerca. Nel corso degli anni le ricerche sono state focalizzate sulla definizione dell'articolazione topografica della città attraverso l'indagine dei suoi snodi principali (quartieri abitativi, agorà, teatro, porto, cinta muraria, necropoli).

Il gruppo di ricerca dell'Università di Catania è attualmente impegnato nello scavo di un settore del quartiere abitativo sulla Collina Sud della città e nello studio dei materiali rinvenuti nel corso delle precedenti campagne di scavo.